in

5 step per creare una rete di social media attiva

Indipendentemente dalle modifiche apportate dall’era di Internet al mondo degli affari, il marketing digitale continua a creare relazioni. E poiché i social media sono prima di tutto social, ti aiuta a creare e costruire queste relazioni con colleghi del tuo settore, nonché clienti o potenziali, oltre a raggiungere molti altri obiettivi di business.

I social media possono aiutarti a sviluppare la consapevolezza del tuo marchio e offrire al tuo pubblico la possibilità di conoscerti meglio. In cosa credi e in cui credi? Cosa ti motiva? Quali problemi risolvi? I social media ti offrono ulteriori opportunità di mostrare ai tuoi potenziali clienti le risposte a queste domande.

I social media ti aiutano anche a fornire il tipo di servizio che i tuoi clienti si aspettano. In questi giorni, un marchio che non interagisce con i suoi utenti sui social media è un’anomalia. I tuoi clienti potrebbero chiedersi perché è così e potrebbero anche cercare un marchio più accessibile e reattivo.

È anche essenziale per gestire la reputazione del tuo marchio. Nessun business potrà mai rendere felici tutti i loro clienti il 100% delle volte. E quando le persone si lamentano in questi giorni, lo fanno sui social media.

Potresti non essere in grado di impedire che ciò accada, ma puoi gestire e mitigare il danno, semplicemente ascoltando, rispondendo ed empatizzando (e, naturalmente, cercando di attuare un reframing).

L’uso strategico e mirato dei social media può aiutarti a indirizzare traffico verso il tuo sito web o una pagina di destinazione specifica, creare o interrompere il lancio del tuo nuovo prodotto o servizio, aiutarti a costruire la tua reputazione di esperto affidabile, formare una nuova e lucrosa joint venture e differenzia il tuo marchio dai tuoi concorrenti.
Una presenza attiva sui social media può aiutarti a raggiungere diversi obiettivi di business. Ma ci vuole un po ‘di tempo e sforzi per implementare un efficace piano di social media networking. Fortunatamente un’intera nicchia di marketing professionale è cresciuta attorno ai social media per aiutarti a costruire la tua rete in modo facile e veloce in cinque semplici passaggi.

STEP 1: Crea canali social

È importante iniziare selezionando i canali social corretti per il tuo brand e i tuoi obiettivi di business.

Sebbene molte persone conoscano solo alcuni dei siti più popolari, esistono oltre 200 siti di social network. Certamente, Facebook, Twitter e Instagram sono tra i più noti. Ad esempio, quasi l’80% di tutti gli adulti italiani è attivo solo su Facebook.

Ma non necessariamente segue che dovresti usare anche tu Facebook. Né è necessario essere attivi su più siti, per portare al successo la tua azienda.

La giusta rete di social media per il tuo marchio è quella in cui il tuo pubblico di destinazione è più attivo. Ogni sito di social media ha una diversa “cultura” che tende ad attrarre un diverso insieme di dati demografici dominanti. E poiché la maggior parte degli imprenditori impegnati non ha il tempo di mantenere la propria presenza attiva su diversi siti di social media contemporaneamente, è importante dare priorità ai vostri sforzi sin dall’inizio.

Puoi iniziare cercando e registrando il tuo marchio su diversi siti di social media individualmente, oppure puoi risparmiare un sacco di tempo usando uno strumento come KnowEm.com. Perché registrarsi su più siti se non li userai tutti? Un semplice motivo: è intelligente riservare il nome del marchio in modo che non venga afferrato da un altro utente.

Non basta semplicemente iscriversi con un nome disponibile, è solo l’inizio, tuttavia. Ogni sito di social media richiede informazioni diverse dall’utente per creare un account attivo. Inoltre, ti consigliamo di assicurarti che ognuno dei profili che prevedi di utilizzare sia ottimizzato con informazioni pertinenti e persuasive sul brand, tra cui l’URL del tuo sito web, una tag line accattivante e un’interessante sezione biografica.

Consiglio:

• Più in particolare puoi descrivere i gruppi di potenziali clienti o clienti che stai cercando di raggiungere, più sarà efficace il tuo piano di social media networking. Pensa in termini di dati demografici (età, posizione, ecc.) E psicografici (i loro problemi, obiettivi, paure, motivazioni, ecc.).
• Se sei nuovo nel social media networking per motivi di lavoro, considera di concentrarti inizialmente su una rete. Puoi sempre aggiungere più reti in seguito, dopo esserti stabilito sul primo sito.

 

I tuoi prossimi passi:

STEP 2: Crea immagini di copertina e di profilo

Ogni sito di social media consente agli utenti di caricare diversi tipi di immagini da utilizzare come “immagini di copertina”, nonché le immagini del profilo o gli avatar degli utenti.

Queste immagini rappresentano per te un’opportunità meravigliosa per sviluppare ulteriormente il tuo marchio, collegarti con il tuo pubblico previsto e differenziare la tua attività dalla concorrenza. Immagini dinamiche e visivamente accattivanti possono trasmettere una grande quantità di informazioni su di te e sul tuo marchio.
Se stai costruendo il tuo marchio intorno a te come individuo, ti consigliamo anche di usare una fotografia professionale di alta qualità di te stesso, con il tuo viso in stretto contatto, come immagine del tuo profilo o avatar dell’utente.

Consiglio:

• Cerca in ogni sito di social media che stai utilizzando i profili dei tuoi concorrenti e di qualsiasi leader nel tuo settore o nicchia per l’ispirazione e le idee.
• Assicurati di chiarire se tu o il tuo designer dell’immagine di copertina sarà responsabile della protezione dei diritti di qualsiasi file o di immagine utilizzata nel progetto finale.
• Pensa a quale testo, se necessario, desideri che il tuo designer includa nella tua immagine di copertina, ad esempio il tuo URL, il nome del brand o lo

I tuoi prossimi passi:

STEP 3: crea contenuti per il tuo pubblico

Un buon uso commerciale dei social media richiede molti contenuti. La condivisione di contenuti di qualità di alto valore, ben fatti e di alta qualità ti aiuta a connetterti, attirare e coinvolgere le persone che stai cercando di raggiungere con i social media, sia che i contenuti siano scritti, video o basati su immagini.
I contenuti devono essere attentamente adattati per soddisfare le esigenze e gli interessi del pubblico desiderato. Come un curatore del museo, il tuo compito è quello di setacciare l’utile e affascinante dall’irrilevante o meno interessante, e condividere solo il contenuto che il pubblico vuole più vedere.

Prima di creare un piano per i contenuti dei social media, pensa ai tuoi obiettivi. Quali azioni desideri far intraprendere ai tuoi follower e ai membri dopo aver interagito con te sui social media? I tuoi contenuti dovrebbero essere progettati per convincere il pubblico di destinazione a fargli intraprendere tali azioni.

L’outsourcing della raccolta e pubblicazione di contenuti sui social network è un saggio investimento per te e per la tua azienda. Possono essere necessarie diverse ore al mese per gestire correttamente una presenza attiva sui social media su un singolo sito. Se sei attivo su più siti, lo sforzo non farà che aumentare.

Consiglio:

• Prendi in considerazione le best practice per quanto spesso pubblicare e condividere contenuti sulle reti selezionate, che possono variare da sito a sito. Ad esempio, molti esperti raccomandano di postare più volte al giorno su Twitter ma molto meno spesso su Facebook.
• Aiuta il tuo fornitore di social media a essere più efficace con una politica scritta che regola i tipi di contenuti che dovrebbero (e non dovrebbero) raccogliere, quanto spesso i contenuti dovrebbero essere condivisi e come gestire le conversazioni su di te o sul tuo marchio.
• Pensa attentamente da quali fonti arrivano i contenuti, poiché la condivisione di contenuti da medesimi siti potrebbe essere vista come un’approvazione. Pubblicare solo contenuti da fonti affidabili e autorevoli.

I tuoi prossimi passi:

STEP 4: Gestisci la tua community ogni giorno

Una rete di social media attiva non si autogestisce. Richiede un’attenzione costante e regolare e un’attenta gestione, soprattutto se uno dei tuoi obiettivi è far crescere il tuo network in modo organico.

Dovrai unirti alle conversazioni, cercare altri account da seguire e creare relazioni reali con quelle persone. E questo è in aggiunta al tempo necessario per raccogliere, curare e pubblicare contenuti.

Un altro aspetto della gestione della comunità, è il monitoraggio della reputazione. È utile disporre di sistemi in atto per acquisire rapidamente e attirare la vostra attenzione su qualsiasi menzione, su di voi, sul vostro marchio e sui vostri prodotti e servizi. In questo modo, se ci sono dei reclami verso il tuo marchio, puoi rispondere in modo rapido e appropriato in modo che la tua reputazione non subisca danni.

Non è affatto insolito per un’azienda attiva sui social media ricevere almeno un reclamo da un cliente. Alcuni dei marchi più affidabili esistenti hanno resistito ad una serie di crisi sui social media. Se il marchio prospera o si piega sotto la pressione di un’attenzione negativa dipende in gran parte da quanto rapidamente viene affrontato il reclamo. Inoltre, è fondamentale essere il più trasparenti possibile nella risposta. Se hai bisogno di più tempo, dillo, invece di cercare di guadagnare più tempo con risposte non impegnative o mezze verità.

Questo tipo di lavoro di ascolto e monitoraggio è ideale in outsourcing. Non ci vuole molto tempo, purché tu fornisca chiare linee guida su ciò che stai cercando, è un compito che può essere facilmente eseguito da qualcun altro in piccoli blocchi di tempo ogni giorno.

Consiglio:
• Comunicare i tuoi obiettivi e le descrizioni dei diversi segmenti di pubblico mirati al tuo gestore di social media in modo che sappia cosa cercare.
• Se sei un imprenditore individuale, controlla le menzioni del tuo nome personale e del tuo marchio per assicurarti di essere a conoscenza di tutte le conversazioni pertinenti sui social media.

I tuoi prossimi passi:

STEP 5: Analizza i tuoi risultati social

Gli obiettivi più chiari che puoi immaginare non ti faranno molto bene se non hai un modo per monitorare e misurare i tuoi progressi. Questo è vero per qualsiasi aspetto della vita, ed è altrettanto vero quando si costruisce una rete sui social media.

Dopo tutto, come saprai se dovresti rivedere o cambiare del tutto il tuo approccio ai social media o se ciò che stai facendo sta funzionando bene. L’unico modo per dirlo è raccogliendo e analizzando determinate metriche, o analisi, che riflettono quanto sei vicino ai tuoi obiettivi specifici.

Ecco un esempio: Diciamo che il tuo obiettivo è quello di indirizzare il traffico verso il tuo sito web usando Twitter. Come puoi sapere se i tuoi sforzi ti stanno aiutando ad avvicinarti a questo obiettivo?

Un modo è innanzitutto creare collegamenti tracciabili utilizzando gli strumenti di Google Analytics, quindi utilizzarli esclusivamente nei contenuti di Twitter. Quindi si misurano i clic per tali collegamenti nel tempo. Se ricevi più traffico sul tuo sito e proviene da questi link, sai cosa stai facendo per avvicinarti all’obiettivo. Altrimenti, sai che probabilmente dovresti cambiare qualche aspetto del tuo uso di Twitter.

Per misurare i tuoi progressi verso i tuoi obiettivi sui social media, dovrai raccogliere vari dati analitici dai tuoi account. Quindi puoi assemblare quei dati in un report facile da leggere e digerire, in modo che tu possa monitorare quelle metriche nel tempo.

Consiglio:

• I tuoi obiettivi potrebbero cambiare nel tempo. Questo è perfettamente accettabile! Assicurati solo che le metriche che stai osservando riflettano gli obiettivi attuali.

• Non impazzire troppo su ciò che gli esperti chiamano “metriche di vanità”. Il numero di follower, ad esempio, di per sé non ti dice nulla sulla tua attività o se ha un impatto sulle tue entrate.

 

Hai finito!

Segui questi cinque semplici passaggi per creare una rete di social media attiva e raggiungi i tuoi obiettivi sui social media in pochissimo tempo.

Ricorda solo di mantenere il “social” nei social media, coinvolgendo personalmente il tuo pubblico su base regolare. Mostrare interesse per gli altri, consegnare loro solo il contenuto più prezioso ed esternalizzare strategicamente per far crescere e gestire la tua rete.

Loading…

Un ingegnere Google elenca 4 motivi per passare ad HTTPS al più presto

Quali pagine dovrebbero essere NoIndex e NoFollow?