in

7 modi affidabili per aumentare la velocità di caricamento di WordPress

La prima cosa che un utente prova del tuo sito web, anche prima dell’usabilità o del contenuto, è la sua velocità di caricamento. Un tipico utente Web si aspetta che una pagina venga caricata tra 500 ms (veloce) e 2 secondi (lento ma accettabile). Se controlli il tempo di caricamento del tuo sito web e risulta essere superiore a 2 secondi, considera il tuo sito a rischio di essere ignorato o chiuso dall’utente.
Poiché la maggior parte dei siti Web è costruita su WordPress, si consiglia di capire le dinamiche della velocità di caricamento della pagina con WordPress e di apprendere trucchi che ti consentono di velocizzare il tuo Sito web WordPress. Lascia che ti dica come settare il tuo WP al meglio.

Sfrutta strutture e temi leggeri

I temi WordPress portano una buona quantità di file, che riduce la velocità di caricamento della pagina del tuo sito web. Questo può essere legato a immagini di stock pesanti, codici lunghi e inefficienti, ecc.
Il miglior passo avanti è quello di trovare la giusta miscela tra l’attrazione visiva di un tema e la velocità di caricamento della pagina. Quando cerchi un tema WordPress, tieni presente i seguenti punti:
• Controlla le recensioni del tema e in particolare cerca informazioni sul rendimento.
• Effettuare test delle prestazioni delle pagine demo del tema.
• Cerca i temi WordPress predefiniti, che sono leggeri nel codice e quindi funzionano bene.
• Scopri i temi basati su Genesis e Thesis Framework che sono noti per le loro prestazioni.

Approfitta del potere del caching

La memorizzazione nella cache è una tecnica che consente di salvare le pagine Web come pagine statiche e di servirle agli utenti senza inviare richieste HTTP al server. Questo aiuta ad accelerare un sito WordPress. Cosa puoi fare per sfruttare questa opzione?
 
In primo luogo, identifica un utile plugin per la memorizzazione nella cache di WordPress, leggi la sua documentazione e usalo per mettere in cache alcune pagine del tuo sito web. WP Rocket e W3 Total Cache sono tra i più famosi.
È possibile implementare la memorizzazione nella cache del browser utilizzando le intestazioni di scadenza, che indicano al browser Web quali file richiedere al server e quali possono essere prelevati dalla cache del browser. Con richieste HTTP ridotte, le velocità di caricamento delle pagine migliorano. Per fare ciò, dovrai aggiungere questo codice al file .htaccess.

<IfModule mod_expires.c>
# enabling expirations
ExpiresActive On
# The default directive
ExpiresDefault”access plus 3 months”
# Your favicon
ExpiresByType image/x-icon”access plus 1 year”
# Photos
ExpiresByType image/gif”access plus 3 months”
ExpiresByType image/png”access plus 3 months”
ExpiresByType image/jpg”access plus 3 months”
ExpiresByType image/jpeg”access plus 3 months”
# CSS
ExpiresByType text/css”access plus 3 months”
# Javascript
ExpiresByType application/javascript”access plus 1 year”
</IfModule>

 

Prefetch domini, una tattica meno nota

Prefetch domains è un’opzione simile alla cache, in cui si informa efficacemente il browser Web per recuperare i domini prima del tempo, in modo che l’azione “fetch” non venga eseguita al momento del caricamento della pagina e, quindi, la velocità del sito migliori.
Per abilitare questo, è possibile aggiungere il codice dominio prefetch al file header.php. Ecco alcuni esempi di codici di dominio prefetch comunemente usati.
Per Google Fonts:
1
<link rel=”dns-prefetch” href=”//fonts.googleapis.com“>
Per Google Analytics:
1
<link rel=”dns-prefetch” href=”//www.google-analytics.com”>

Eliminare plugin non necessari e pesanti

I plugin di WordPress sono utili, tuttavia, troppi plug-in significano troppe richieste sul server, che portano a un lento caricamento della pagina. Altri problemi correlati includono minacce alla sicurezza e problemi di memoria. La miglior pratica è quella di installare solo plugin di cui il tuo sito non può fare a meno.
È possibile utilizzare Plugin Performance Profiler (un plugin stesso) per identificare i plugin peggiori sul proprio WordPress e sostituirli con alternative migliori.
Inoltre, ci sono plugin che si usano a malapena più di due volte al mese (come i generatori di miniature, ecc.). È meglio attivarli al momento dell’uso. Puoi anche verificare quali plugin puoi semplicemente disinstallare e utilizzare invece alcuni strumenti online.

Usa CDN per una migliore velocità di caricamento della pagina

Sentito parlare di CDN (Content Delivery Networks)? È uno schema in cui il contenuto offerto all’utente viene fornito dal centro dati geograficamente più vicino, il che migliora la velocità di consegna. Ciò è dovuto al minor tempo di trasferimento, al numero di hop ridotti tra firewall e router e ad altri parametri che si traducono in un caricamento di pagina più rapido per un pubblico distribuito geograficamente.
I servizi CDN più votati offrono plug-in di integrazione WordPress, che ti aiutano a configurare rapidamente il tuo sito web per sfruttare i vantaggi della CDN. A lungo termine, questo aiuta anche a gestire meglio le migrazioni degli host, perché la maggior parte del carico pesante (immagini) verrebbe ospitato dal server dell’host Web, che lascia solo il tema da migrare.
CDN Enabler è un plugin fantastico gratuito che puoi implementare in pochi secondi. Anche la favicon può essere caricata tramite CDN. Basta rilasciarlo nella cartella principale di WordPress e aggiungere il seguente codice al file header.php:
1
2
<link rel=”shortcut icon” href=”https://cdn.domain.com/favicon.ico
type=”image/x-icon”/>

Comprimi immagini pesanti

Per mettere le cose in prospettiva, ecco un dato di fatto. Un semplice tema WordPress occupa circa 30 MB di spazio di archiviazione, mentre un sito Web visivamente pesante, come l’e-commerce, occupa diversi GB di spazio per l’archiviazione delle immagini. E se potessi ridurre le dimensionidel file immagine di oltre il 50% con differenze di qualità indiscernibili?
È possibile ridimensionare e comprimere le immagini in uno strumento di compressione basato su sistema operativo prima di caricarle, oppure utilizzare un plug-in WP come SmushIt per ridurre la dimensione del file delle immagini per il proprio sito WordPress.

Ottimizza gli handshake SSL

SSL o Secure Sockets Layer / Transport Layer Security è il mezzo con cui i server Web e i client crittografano e proteggono tutto il traffico. Questo è diventato lo standard per HTTP e altro traffico su Internet.
Un svantaggio della crittografia del traffico si ha quando c’è un sovraccarico e una latenza quando il client e il server stabiliscono una connessione.
Puoi velocizzare le connessioni sicure ottimizzando gli handshake SSL usando una CDN. Il CDN esegue l’overhead per te, riducendo così il tempo speso per stabilire la sessione SSL iniziale, oltre a mantenere in vita la connessione sicura.
Rimuovi le vecchie revisioni dal tuo database
Prendi da me, il tuo WordPress rallenterà se non ti prendi cura del database e non lo tieni pulito. Puoi farlo limitando il numero di post revisioni.
WordPress crea troppe revisioni mentre stai scrivendo il post, e tutto occupa spazio. È possibile disabilitare le revisioni o impostare un limite al numero massimo di revisioni. Per disabilitare, aggiungi il seguente codice al file wp-config.php.
1
2
define(‘AUTOSAVE_INTERVAL’, 300);//seconds
define(‘WP_POST_REVISIONS’,false);
Questo codice modifica l’intervallo di salvataggio automatico a 5 minuti (da 60 secondi). In alternativa, è possibile utilizzare il plug-in Disable Post Revision (ricordarsi di disattivarlo una volta terminato il lavoro).
Per limitare il numero massimo di revisioni, utilizzare il seguente codice, nel file wp-config.php.
1
2
define(‘AUTOSAVE_INTERVAL’, 300);//seconds
define(‘WP_POST_REVISIONS’, 5);
Qui, impostiamo il numero di revisione massimo su 5.
Ottimizza il plug-in WP Optimize.
 

Prova la compressione GZip

Abbiamo parlato della compressione delle immagini; ma puoi anche comprimere CSS, Javascript e pagine Web, a livello di server, che riduce il tempo di trasferimento dei dati al browser. Ecco come puoi farlo:
  1. Vai a checkgzipcompression e inserisci il tuo sito web.
 
  1. Seleziona il plug-in di memorizzazione nella cache, vai alle impostazioni della cache del browser e metti un segno di spunta nella casella Abilita la compressione HTTP.

Conclusione

Se non vuoi che i tuoi utenti si sentano frustrati dalla velocità del tuo sito web, prova questi diversi trucchi e suggerimenti che ho menzionato in questo post con cui puoi sfruttare per migliorare le prestazioni del tuo sito WordPress e aumentare la velocità di caricamento della pagina.
Fateci sapere come siete riusciti ad aumentare la velocità di WordPress e alcuni dei miei suggerimenti vi hanno aiutato. Felice sperimentazione.

Loading…

Remove query strings from stati resources from Wordpress - Digital Matters

Come risolvere “Remove Query Strings From Static Resources”

Come convertire epub e pdf e inviarli direttamente a Kindle

Come convertire PDF e ePub e inviarli direttamente a Kindle